giovedì 14 febbraio 2013

14 febbraio - Anniversario delle Apparizioni della Madonna in Pellevoisin-Francia - veggente Estele Faguete - Le apparizioni di Pellevoisin (1876) - La Madre della Misericordia (Pellevoisin)

 FILM: VOCI DEL CIELO 18 - L'Apparizione della Madonna a Cotgnac-France - L'Apparizione di San Joseph a Cotgnac-France - L'Apparizione della Madonna a Pellevoisin-France

JACAREI, 12 febbraio 2013 - MESSAGGIO DI NOSTRA SIGNORA

JACAREI, 11 febbraio 2013 - MESSAGGIO DI NOSTRA SIGNORA

JACAREI, 10 febbraio 2013 - MESSAGGIO DI SAN JOSEPH - SANTA LUCIA

mercoledì 6 febbraio 2013

FILM: VOCI DEL CIELO 4 - L'APPARIZIONI DI JACAREI - SAN PAOLO - BRASILE

FILM: VOCI DEL CIELO 3 - L'APPARIZIONI DI JACAREI - SAN PAOLO - BRASILE

FILM: VOCI DEL CIELO 11- L'APPARIZIONE DI NOSTRA SIGNORA A MEDJUGORJE - PARTE 1

Jacareí, 2 ottobre 2011 - Messaggio di Maria

Rainha dos Anjos

Figli miei, oggi commemorate la FESTA DEI VOSTRI SANTI ANGELI CUSTODI. Gli angeli custodi vi guidano, vi proteggono, vi illuminano, vi conducono tutti i giorni sempre più sul cammino del bene, della grazia, della santità e del compimento della volontà del Signore.
Lasciatevi condurre da loro, perché non c’è uomo più felice di colui che sia lascia condurre dal suo angelo custode e segue le sue ispirazioni.

Voi, nel momento in cui eravate davanti al bene e al male, al peccato e alla virtù, avete sentito l’appello del vostro angelo custode che, attraverso la vostra coscienza, vi spingeva a rifiutare il peccato e scegliere la virtù. Così, figli miei, potete identificare in ogni momento i suggerimenti che il vostro angelo custode vi dà per allontanarvi sempre più da tutto ciò che è contrario alla volontà del Signore, per condurvi sempre più a ciò che Egli gradisce.

Siate docili a questi suggerimenti! Lasciatevi condurre dal vostro angelo custode, sulla strada che vi ho indicato qui da tanti anni, che è quella della CONVERSIONE, della PREGHIERA, della PENITENZA e della SANTITÀ.

Quando pregate il vostro ROSARIO tutti i giorni, il vostro angelo custode prega con voi, unisce la vostra preghiera alla sua e offre tutto al Signore, per la vostra santificazione e per la vostra salvezza.
Pregate dunque il rosario sempre più, insieme agli angeli, avendo sempre la consapevolezza che il vostro angelo custode sta pregando con voi e, pertanto, che dovete mettere tutto l’impegno del vostro cuore nella preghiera.

Il vostro angelo custode vi conosce meglio di quanto voi stessi vi conoscete. Sa quali sono le vostre debolezze, quali sono le vostre inclinazioni al male, conosce tutti i difetti che ci sono in voi. Ed è per questo che viene sempre in vostro aiuto, portandovi la benedizione di Dio, portando da Dio a voi tutte le grazie di cui avete bisogno, per essere più forti della vostra natura corrotta, del peccato che è in voi, in modo che possiate essere veramente vincitori di voi stessi, della carne e del mondo.

Il vostro angelo custode conosce anche le vostre inclinazioni al bene, le vostre virtù. Per questo, egli sempre vi ispira, sempre vi spinge a cercare di fare il bene, a cercare di mettere in pratica le virtù cristiane, sempre tenta di indirizzarvi alle opere sante. In modo che così possiate, ogni giorno, crescere sempre più nelle virtù, incoraggiando in voi la pratica del bene.

Lasciatevi guidare! Lasciatevi condurre dalle soavi ispirazioni del vostro angelo custode. In modo che, così, possa realizzarsi sempre più nella vostra vita il divino PIANO D’AMORE DEL SIGNORE!

Io sono la REGINA DEGLI ANGELI e li ho inviati tutti per custodirvi, proteggervi e condurvi. L’Esercito Celeste lotta al vostro fianco contro tutte le forze del male, del mio avversario, che in questi tempi è uscito per conquistare tutto il mondo, per sedurlo e allontanarlo da Dio. Voi, con i miei angeli di luce, lottate contro il mio avversario e tutte le forze delle tenebre, diffondendo sempre più la luce del mio amore nel mondo intero.

Andate avanti, figli miei! Proseguite e non perdetevi d’animo, perché al vostro fianco lottano gli angeli del Signore, che combattono valorosamente con voi per la vittoria del bene, per la vittoria del mio CUORE IMMACOLATO e dei vostri cuori insieme a me.

Continuate a pregare tutte le preghiere che vi ho dato qui, perché attraverso di esse si realizzerà non soltanto il maggior TRIONFO DEL MIO CUORE IMMACOLATO nella vostra vita e nel mondo, ma anche il TRIONFO DEI SANTI ANGELI in voi, nelle vostre famiglie e nella Terra intera.
In questo momento benedico tutti con amore.

BLOG OFFICIAL http://www.deusjesusmariajose.blogspot.com.br/

martedì 5 febbraio 2013

6 FEBBRAIO - GIORNO di Saint Dorotea

8 DICEMBRE 2010 - MESSAGGIO DI ST. DOROTEA IL VEGGENTE MARCOS TADEU - Jacareí-SP-BRASILE
http://gloria.tv/?media=121054

6 FEBBRAIO - Storia di S. Dorotea  -  Atti dei Martiri

Nella Cappadocia, antica regione dell'Asia Minore, sorgeva la città di Cesarea, capitale così chiamata in onore dell'imperatore Tiberio. 
Qui viveva Dorotea, la quale con molto ardore onorava il Signore in digiuni e orazioni. Al tempo di questa Santa, vi era in Cesarea un persecutore di cristiani, Saprizio, il quale, venuto a sapere che Dorotea era seguace di Cristo, la convocò per persuaderla a offrire sacrifici agli dèi. Ma visto che la giovane era ferma nelle sue convinzioni di fedele cristiana, la fece legare a una catasta minacciandola di farla morire tra le fiamme se non avesse rinnegato la fede. Vedendo che Dorotea non dimostrava alcun timore di finire tra le fiamme, Saprizio la fece togliere dalla catasta e la inviò a due ragazze che avevano rinnegato la fede: l'una si chiamava Crista, l'altra Calista, nomi entrambi che testimoniavano che le due sventurate erano state cristiane.

L’effetto che Saprizio sperava era che le due concittadine persuadessero Dorotea a offrire sacrifici agli dèi, descrivendole le pene atroci di una morte così violenta. Al contrario Crista e Calista furono di nuovo convertite alla fede dalle parole persuasive di Dorotea, la quale ripeteva che la fede cristiana era l'unica che dava la salvezza eterna. Così riscattate,Crista e Calista ritornarono al palazzo di Saprizio e a lui proclamarono la loro riacquistata fedeltà a Cristo. 

Immediatamente furono condannate al rogo.
Dorotea, ancora più felice perché le due giovani avevano con coraggio affrontato il martirio in nome di Cristo, affrontò l'ira di Saprizio elevando lodi al Signore. Avvenne che la Santa, uscendo dal palazzo per andare al martirio, incontrò il giudice Teofilo il quale era stato presente quando Dorotea diceva a Saprizio che il suo sposo era in cielo e come lassù i giardini erano pieni di fiori e di frutti. Teofilo subito si mise a deriderla, tanto che le disse "Ti prego, mandami delle mele e delle rose dal paradiso". Dorotea rispose che avrebbe soddisfatto la sua domanda anche se provocatoria. 

Prima di essere decapitata, Dorotea pregò in un estremo atto di fede. Finita l'orazione, ecco giungere un angelo nelle sembianze di un fanciullo che offrì a Teofilo le mele e le rose richieste. Poi l'angelo scomparve. Allora Dorotea reclinò il capo, che le fu reciso con un colpo di spada. Tanto fu edificante la morte di Dorotea, preceduta da quell'evento prodigioso, che il giudice Teofilo proclamò la sua conversione alla fede di Cristo. Per questo suo "tradimento", anche lui fu condannato alla pena capitale mediante decapitazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Follow by Email